POR FSE: fondi per l’integrazione scolastica e interculturale

POR FSE, Percorsi socio-educativi per l'integrazione scolastica e interculturale

20/04/2021

La Regione Lazio ha promosso un avviso pubblico volto a sostenere i nuclei familiari residenti in quartieri contraddistinti da una significativa componente demografica immigrata. In particolare, possono beneficiare del contributo i progetti legati alla creazione di percorsi socio-educativi per l’integrazione scolastica e interculturale di bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e la scuola primaria. I destinatari degli interventi sono i bambini di età compresa fra i 3 e gli 11 anni. Nello specifico, si tratta di bambini provenienti da nuclei familiari in situazione di svantaggio socio economico e residenti o domiciliati negli ambiti territoriali di cui all’art. 3 del bando.

Obiettivi del bando

L’obiettivo principale dell’iniziativa è favorire l’integrazione sociale delle famiglie migranti attraverso percorsi socio-educativi di integrazione scolastica e interculturale. Infatti, è stato osservato che quanto più l’integrazione scolastica è efficace, tanto più la famiglia del bambino riuscirà ad integrarsi facilmente nella società. Il bambino diventa, dunque, lo strumento che facilita l’integrazione dell’intera famiglia.

Chi può partecipare?

Possono presentare domanda di contributo, a pena di esclusione, enti del terzo settore che abbiano una esperienza almeno di 5 anni nel campo dell’educazione all’infanzia, dell’integrazione e inclusione sociale, della interculturalità e integrazione. Un ente del terzo settore può presentare un’unica proposta progettuale e non può far parte di più di un’ATI/ATS proponente, pena l’esclusione delle proposte progettuali di cui è membro. Il contributo pubblico concesso non è cumulabile con altre agevolazioni contributive o finanziarie pubbliche previste da norme regionali, per i medesimi costi ammissibili.

 

Ambiti di intervento

 Ciascun progetto dovrà ricomprendere le seguenti attività di laboratorio:

– sperimentali educativi, per lo sviluppo psicomotorio e l’educazione espressiva, al fine di promuovere azioni positive di integrazione scolastica e interculturale contro i rischi di esclusione sociale;

– di recupero. I laboratori dovranno presentare attività che, sia per l’uso dei materiali che per le metodologie, siano improntati all’innovatività e allo sviluppo della creatività dei ragazzi;

– per l’alfabetizzazione. I laboratori: potranno essere rivolti all’alfabetizzazione di ragazzi stranieri individuando nella conoscenza della lingua lo strumento fondamentale del processo di comunicazione e di integrazione, soprattutto per ragazzi che si confrontano con una realtà sociale e scolastica diversa da quella d’origine;

Ogni progetto dovrà inoltre prevedere un servizio di ascolto dei genitori/familiari dei bambini. Si tratta di attivare sportelli/laboratori che favoriscano il percorso di integrazione sociale e interculturale della famiglia del bambino, fornendo risposte relativamente alla modalità soggiorno e tutte le problematiche connesse alla presenza sul territorio.

 

Tempistiche e modalità di svolgimento 

I progetti potranno essere presentati a partire dalle ore 9 del 15/04/2021 fino, e non oltre, le ore 17:00 del 06/05/2021, giorno di scadenza del bando.

Le proposte progettuali devono essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso il sito http://www.regione.lazio.it/sigem. La procedura telematica è disponibile in un’area riservata del sito, accessibile previa registrazione del soggetto proponente e successivo rilascio delle credenziali di accesso (nome utente e password).

Importo del contributo

L’importo complessivamente stanziato è di 1.800.000,00 Euro (euro unmilioneottocentomila/00). Per gli ambiti territoriali tra il n.1 e il n. 8, come indicati nell’art. 3, si specifica che un singolo progetto può avere un costo massimo di 170.000,00 euro se rivolto ad un solo ambito territoriale. Qualora si trattasse di due ambiti territoriali associati, il contributo massimo salirebbe a 340.000,00. Riguardo agli ambiti territoriali tra il 9 e il n. 12, si specifica che un singolo progetto può avere un costo massimo di 110.000,00 euro. L’Amministrazione si riserva altresì di integrare le risorse stanziate con il presente Avviso con ulteriori risorse che si rendessero disponibili.

Vorresti cogliere l’opportunità di finanziamento ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto per la presentazione delle domande e per la gestione documentale contattaci! La prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Parla gratuitamente con un nostro consulente

oppure

Compila il form per essere ricontattato!

Puoi consultare qui il Bando completo

2021-04-27T13:27:37+01:00