INVITALIA: Misure per l’Autoimprenditorialità

INVITALIA: Misure per l’Autoimprenditorialità - Nuove imprese a tasso zero

20/04/2021

L’8 aprile è stata pubblicata in Gazzetta la circolare che fissa al 19 maggio 2021 l’apertura dello sportello agevolativo per il nuovo bando di Invitalia – “Misure per l’Autoimprenditorialità – Nuove imprese a tasso zero” – per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa.

In particolare, l’iniziativa “Misure per l’Autoimprenditorialità – Nuove imprese a tasso zero” ha l’obiettivo di sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

Chi può partecipare?

Possono presentare domanda di finanziamento tutte le micro e piccole imprese, nonché tutte le persone fisiche che intendono costituire un’impresa, a condizione che la compagine sociale sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni o da donne. Inoltre, i soggetti interessati devono essere operanti nei settori industria, artigianato, servizi alle imprese e/o persone, commercio di beni e servizi, turismo finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale, paesaggistico e a servizi per la ricettività e accoglienza.

Requisiti minimi richiesti

Le agevolazioni previste dal bando sono destinate alle imprese:

  1. costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  2. di micro e piccola dimensione, secondo la classificazione contenuta nell’Allegato I al Regolamento GBER;
  3. regolarmente costituite e iscritte al Registro delle Imprese;
  4. nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non in stato di scioglimento o liquidazione e non sottoposte a procedure di fallimento o di concordato preventivo. E ancora, le imprese non devono essere in stato di liquidazione coatta amministrativa o volontaria o sottoposte ad amministrazione controllata o straordinaria;
  5. in situazione di regolarità contributiva.
Costi e spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e di servizi necessari alle finalità del programma, purché sostenute dall’impresa successivamente alla data di presentazione delle domande di agevolazione. In particolare, saranno ammissibili le iniziative promosse nei seguenti settori:

  • industria, artigianato e trasformazione prodotti agricoli;
  • forniture di servizi alle imprese e alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo, incluse le attività turistico-culturali finalizzate alla valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale e paesaggistico, nonché le attività volte al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza.

Le imprese costituite da non più di 36 mesi possono prevedere spese ammissibili non superiori a euro 1.500.000, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili. In questo massimale possono rientrare, in misura pari al 20%, le spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, brevetti e licenze d’uso.

Per le imprese costituite da più di 36 mesi e da non più di 60 mesi, l’importo delle spese ammissibili non può essere superiore a euro 3.000.000; il contributo a fondo perduto è riconosciuto, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, in misura pari al 15% delle spese relative a macchinari, impianti ed attrezzature, programmi informatici, brevetti, licenze e marchi.

Importo del contributo

In base a quanto previsto dal bando “Misure per l’Autoimprenditorialità – Nuove imprese a tasso zero”, sono previste due tipologie di finanziamento.

Per le imprese costituite da non più di 36 mesi è concesso un finanziamento agevolato a tasso zero, della durata massima di dieci anni, e un contributo a fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90% per cento della spesa ammissibile. Ad ogni modo, il contributo a fondo perduto può essere concesso nei limiti del 20% delle sole spese di cui al 9 punto 6.1, lettere b), c) e d). In ogni caso la parte concessa nella forma di finanziamento agevolato deve essere pari ad almeno il 50% delle agevolazioni complessivamente concesse

Per le imprese costituite da più di 36 mesi è concesso un finanziamento agevolato a un tasso zero, della durata massima di dieci anni, e un contributo a fondo perduto per un importo complessivamente non superiore al 90% della spesa ammissibile. Tuttavia, il contributo a fondo perduto può essere concesso nei limiti del 15% delle sole spese di cui al punto 6.4, lettere c) e d).

Il contributo a fondo perduto è concesso nei limiti delle risorse disponibili. In caso di esaurimento delle predette risorse, le agevolazioni sono concesse dal Soggetto gestore nella sola forma di finanziamento agevolato.

Tempistiche e modalità di svolgimento

Le domande di agevolazione – per il nuovo bando di Invitalia – “Misure per l’Autoimprenditorialità – Nuove imprese a tasso zero” – corredate dei piani di impresa e della documentazione richiesta, possono essere presentate al Soggetto gestore a partire dal giorno 19 maggio 2021.

Tutte le richieste di finanziamento, redatte in lingua italiana, devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica presente sul sito internet www.invitalia.it,  secondo le modalità e gli schemi ivi indicati,

I programmi dovranno essere realizzati entro ventiquattro mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento.

I soggetti interessati hanno diritto alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie.

L’eventuale esaurimento delle risorse disponibili comporta la chiusura dello sportello.

Nel caso in cui dovessero rendersi successivamente disponibili ulteriori risorse finanziarie per la concessione delle agevolazioni, il Ministero provvederà alla riapertura dei termini per la presentazione delle domande

Vorresti cogliere l’opportunità di finanziamento ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto per la presentazione delle domande e per la gestione documentale contattaci! La prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

 

Parla gratuitamente con un nostro consulente

oppure

Compila il form per essere ricontattato!

Puoi consultare qui il Bando completo

2021-04-27T13:29:23+01:00