LAZIOcrea: recupero delle opere cinematografiche

Contributi per il restauro e la digitalizzazione 
delle opere cinematografiche e audiovisive - 2021 

07/04/2021

 

La Regione Lazio ha deciso di stanziare Centocinquantamila euro per il recupero, attraverso opera di restauro, delle pellicole che hanno fatto grande il cinema italiano. L’avviso pubblico, gestito dalla società LAZIOcrea, si propone di finanziare interventi di restauro e digitalizzazione per il recupero delle opere cinematografiche e audiovisive.

Chi può partecipare?

Il bando è rivolto a imprese di post produzione di opere cinematografiche e audiovisive con sede legale o operativa nel Lazio. Inoltre, potranno presentare domanda anche le cineteche con sede legale e domicilio fiscale in Italia, sempre e comunque per un massimo di due opere.

Le imprese/società di post-produzione di cui alla lettera a) devono essere in possesso di classificazione ATECO J59.11 o J59.12 e avere un capitale sociale versato pari ad almeno euro 40.000,00.

I richiedenti devono essere titolari dei diritti di sfruttamento sull’opera necessari alla digitalizzazione, nonché alla consegna di copia digitalizzata del prodotto alla Regione Lazio. Nel caso di soggetti non titolari di tali diritti, gli stessi devono risultare destinatari di formale autorizzazione da parte dei proprietari di questi.

Ogni richiedente, infine, non deve trovarsi in situazioni ostative, ai sensi delle disposizioni statali e regionali vigenti, alla concessione di benefici pubblici.

Tali requisiti di ammissibilità devono essere posseduti al momento della presentazione dell’istanza e mantenuti fino all’erogazione del contributo. In caso contrario, le imprese/società rischiano l’inammissibilità a valutazione o la revoca del contributo eventualmente già concesso

Requisiti di ammissibilità delle opere cinematografiche e audiovisive da restaurare e digitalizzare:

I contributi sono concessi esclusivamente per il restauro e la digitalizzazione di cortometraggi o lungometraggi, in pellicola o altri supporti. La valutazione delle richieste sarà effettuata dalla Commissione tecnica di cui al paragrafo 7 del citato bando.

Spese ammissibili:

Ai fini della determinazione del contributo, sono eleggibili le sole spese sostenute nel territorio regionale, purché riconducibili e necessarie al progetto ed in particolare alle seguenti fasi di lavorazione:

  1. operazioni relative al restauro delle opere cinematografiche e audiovisive, fra cui la pulizia e la riparazione del supporto;
  2. scansione digitale;
  3. eventuale trattamento di digital clean e color correction;
  4. eventuale realizzazione di una copia in pellicola del materiale ovvero dell’opera digitalizzata, ai fini di una più efficace conservazione del materiale;
  5. acquisto o noleggio di sistemi o spazi di memorizzazione, archiviazione e di gestione dei file del materiale digitalizzato.
Importo del contributo:

Le risorse finanziarie complessive destinate al finanziamento, relative al presente avviso, ammontano complessivamente ad € 150.000,00.

Il contributo massimo concedibile ad ogni progetto di restauro e digitalizzazione per il recupero delle opere cinematografiche e audiovisive, fermo restando i massimali indicati, ammonta ad € 40.000,00 per ogni lungometraggio ed € 20.000,00 per ogni cortometraggio.

Tempistiche e modalità di svolgimento:

L’istanza per la concessione del contributo deve pervenire alla Regione Lazio entro, e non oltre, le ore 12 del 15 aprile 2021. La domanda deve essere presentata esclusivamente mediante l’apposita piattaforma messa a disposizione da LAZIOcrea S.p.A. all’indirizzo http://www.regione.lazio.it/cinedigitalizzazione.

Vorresti cogliere l’opportunità di finanziamento ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto per la presentazione delle domande e per la gestione documentale contattaci! La prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Prenota una consulenza gratuita

oppure

Contattaci ora!

Puoi consultare qui il Bando completo

2021-04-20T14:44:05+01:00