Cultura Crea 2.0: contributi per l’industria culturale e turistica

Cultura Crea 2.0: contributi per l'industria culturale e turistica

08/04/2021

 

Il 26 aprile 2021 prenderà il via “Cultura Crea 2.0”, il nuovo bando del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.

Al pari di “Cultura Crea Plus”, anche questo bando è destinato alle iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell’industria culturale e turistica. L’iniziativa prevede un regime di aiuto per lo sviluppo ed il sostegno di attività imprenditoriali della filiera culturale e turistica. La nuova versione di Cultura Crea è finalizzata allo sviluppo e al consolidamento del settore produttivo collegato al patrimonio culturale italiano.

Il bando rientra nell’ambito del PON Cultura e Sviluppo, il Programma Operativo Nazionale che prevede incentivi e agevolazioni per il Mezzogiorno. Nello specifico, le regioni interessate dal programma sono Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. L’obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio culturale, dando un sostegno concreto alla filiera imprenditoriale collegata al settore.

Chi può partecipare?

Possono presentare domanda di finanziamento tutte le micro, piccole e medie imprese che operano all’interno delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, nell’ambito dell’industria culturale e turistica.

Requisiti minimi richiesti

Le agevolazioni previste dal bando sono destinate a tutte le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  1. risultano costituite da non oltre trentasei mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione in forma societaria di capitali o di persone;
  2. sono iscritte, alla data di presentazione della domanda, nel Registro delle Imprese tenuto presso la C.C.I.A.A. territorialmente competente;
  3. risultano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in stato di scioglimento o liquidazione e non sono sottoposte a procedure di fallimento o di concordato preventivo. Non devono inoltre essere in stato di liquidazione coatta amministrativa o volontaria o sottoposte ad amministrazione controllata o straordinaria;
  4. si trovano in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente;
  5. possiedono una situazione di regolarità contributiva;
  6. hanno titolo a ricevere aiuti “de minimis” secondo quanto disposto dal Regolamento de minimis;
  7. hanno restituito agevolazioni godute per le quali è stato disposto dalla Pubblica Amministrazione un ordine di recupero;
  8. non rientrano tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea di cui all’art. 4 DPCM 23/05/2007.
Costi e spese ammissibili

Sono ammissibili i costi sostenuti direttamente dai soggetti beneficiari a partire dalla data di presentazione della domanda di agevolazione, in base a quanto stabilito dal punto 5 del bando.

Importo del contributo

Le agevolazioni sono concesse nella forma di finanziamento agevolato a tasso zero e di contributo a fondo perduto, per un importo non superiore all’80% della spesa complessivamente ammissibile. L’importo massimo è incrementato al 90% qualora l’impresa richiedente abbia le caratteristiche di impresa femminile o impresa giovanile o sia in possesso del rating di legalità.

Tempistiche e modalità di svolgimento

Le domande di agevolazione possono essere presentate a Invitalia a partire dalle ore 12.00 del giorno 26 aprile 2021, e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Le richieste, redatte in lingua italiana, devono essere presentate esclusivamente per via elettronica al sito www.invitalia.it – sezione Cultura Crea – attraverso la procedura informatica messa a disposizione.

Nel caso in cui dovessero successivamente rendersi disponibili ulteriori risorse finanziarie, il Ministero si riserva di riaprire i termini per la presentazione delle domande di agevolazione, dandone opportuna pubblicità.

Vorresti cogliere l’opportunità di finanziamento ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto nella presentazione delle domande e gestione documentale contattaci! La prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Prenota una consulenza gratuita

oppure

Contattaci ora!

Puoi consultare qui il Bando completo

2021-04-20T14:42:16+01:00