Bando Regione Lazio: Startup culturali e creative

Un nuovo bando della Regione Lazio a sostegno di imprese e startup

La salvaguardia e la promozione del patrimonio artistico e culturale è una delle priorità della regione, anche per rilanciare l’attività delle imprese del settore.

Di seguito i dettagli del nuovo bando “Startup Culturali e Creative” che prevede contributi a fondo perduto fino a € 30.000 per iniziative che sfruttino l’uso delle nuove tecnologie.

Un bando da € 850.000 per la nascita e/o lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative attraverso il cofinanziamento dei costi di avvio e di primo investimento.

 

Chi può partecipare?

  • Micro, piccole e medie imprese (inclusi Liberi Professionisti)

– costituite da non oltre 24 mesi dalla data di invio della domanda tramite PEC;

– che hanno o intendono aprire una sede operativa nel Lazio.

  • Promotori (persone fisiche) di nuove micro, piccole e medie imprese (entro 90 giorni dalla data di comunicazione della concessione del contributo, è obbligo la costituzione in impresa E l’iscrizione al Registro delle Imprese con i requisiti di cui sopra).

Settori di attività ammessi

  • Patrimonio culturale ed artistico – arte, restauro, artigianato artistico (di elevata qualità artistica, di continuità con le tradizioni locali o a servizio degli altri settori ammissibili), tecnologie applicate ai beni culturali, fotografia;
  • Architettura e design – architettura, design, disegno industriale (prototipazione e produzione in piccola scala di oggetti ingegneristici ed artigianali), design della moda;
  • Musica;
  • Audiovisivo;
  • Editoria;
  • Comunicazione;
  • Videogiochi e software.

 

Quali spese sono ammissibili?

  • Spese per investimenti materiali ed immateriali e di funzionamento, non inferiori a 15 mila euro;
  • Gli acquisti effettuati in via ordinaria o, limitatamente ai canoni pagati nei primi 24 mesi, attraverso strumenti di locazione finanziaria (leasing). Sono escluse le spese sostenute per l’acquisto di terreni e fabbricati e l’IVA.

 Contributo a fondo perduto fino a € 30.000 (80% delle spese ritenute ammissibili)

 

La procedura è a graduatoria e le domande di contributo sono esaminate da una Commissione di Valutazione che, a seguito di due livelli di valutazione, provvede ad attribuire i relativi punteggi, stabilendo quindi l’ordine di graduatoria, e definisce l’ammontare del contributo.

Scadenza: ore 18:00 del 1 ottobre 2020

Le domande dovranno essere presentate dalle ore 18:00 del 30 luglio 2020 alle ore 18:00 del 1° ottobre 2020 tramite PEC, previa compilazione del Formulario su GeCoWEB.

Se hai bisogno di supporto nella presentazione delle domande e gestione documentale contattaci utilizzando il form sottostante, la prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Contattaci ora!

2020-07-30T09:35:06+01:00

Leave A Comment