Bando Regione Lazio “Non uno di meno” – Contrasto alla povertà educativa minorile

Un bando da 1 milione di euro per contrastare la povertà educativa minorile.

“Non Uno di Meno” è un’azione di co-programmazione, che vede una partnership tra la Regione Lazio e Impresa Sociale “Con I Bambini” come soggetto attuatore del “Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile”, il cui obiettivo è sostenere i più piccoli soprattutto in questo periodo di crisi.

Il Lazio è la dodicesima regione italiana per tasso di povertà educativa tra bambini e ragazzi e nel nostro Paese il 14% dei ragazzi abbandona purtroppo gli studi in età precoce, con tristi primati soprattutto al Sud.

La pandemia ha accentuato delle tendenze già in atto e evidenziato lacune e criticità dei contesti sociali e scolastici alle quali occorre porre rimedio, soprattutto per quanto riguarda i bambini che vivono in condizioni al limite o sotto la soglia di povertà e per i quali la scuola rappresenta la principale leva di riscatto in ambito economico, sociale e culturale.

La didattica a distanza ha determinato un aggravarsi delle disuguaglianze tra i bambini e l’esclusione di alcuni dall’ambito scolastico a causa innanzitutto dell’impossibilità di collegamento ad Internet e della mancata socializzazione.

A questo si è aggiunto il basso tasso di alfabetizzazione informatica soprattutto nelle fasce di popolazione più povere, nei quali i genitori non avevano i mezzi e le competenze per sostenere adeguatamente i figli nel percorso scolastico online.

Chi può partecipare?

Il bando si propone di sostenere interventi in grado di promuovere e offrire opportunità educative a bambini/e e ragazzi/e tra i 6 e i 13 anni, che vivano in condizioni di povertà educativa, e alle famiglie.

I progetti devono essere presentati da partnership costituite da almeno 3 soggetti (soggetti di partnership) che assumeranno un ruolo attivo nella co-progettazione e nella realizzazione del progetto. Ogni partnership deve individuare un soggetto (soggetto responsabile), che coordinerà i rapporti con la Regione Lazio e con Impresa sociale “con I Bambini”.

Ogni partecipante può partecipare ad un solo progetto.

Il soggetto responsabile deve:

  • Essere ente del terzo settore;
  • Costituito da almeno 2 anni;
  • Avere sede legale/operativa nel Lazio;
  • Avere presentato un solo progetto per il presente bando;
  • Non avere ricevuto altri finanziamenti per il medesimo progetto nell’ambito di programmi comunitari, nazionali o regionali.

La partnership dovrà rispondere ai seguenti requisiti:

  • Essere composta da almeno un altro ente del terzo settore, oltre il soggetto responsabile, con esperienza negli ambiti di intervento del bando;
  • Avere eventuali altri partner appartenenti al Terzo Settore, al mondo delle istituzioni, dei sistemi di istruzione e formazione professionale, dell’università e al mondo delle imprese;
  • In caso di partecipazione di enti for profit, la finalità non dovrà essere la ricerca del profitto la l’apporto di competenze e risorse per la crescita e lo sviluppo del territorio e della comunità locale.

Ambiti di intervento

  • Creazione o potenziamento di “presidi educativi” cioè spazi aperti privilegiando spazi verdi e attrezzati che possano essere fruibili da bambini/ragazzi esclusi dalla didattica a distanza o per la cosiddetta Outdoor Education;
  • Supporto alle famiglie attraverso sportelli di ascolto e sostegno per la gestione dei compiti o attivazione di servizi di prossimità e promozione di forme di auto aiuto;
  • Contrasto al “divario digitale”;
  • Rafforzamento della “comunità educante” attraverso gli attori coinvolti nel processo educativo dei minori sul territorio;
  • Formazione di educatori e insegnanti;
  • Servizi itineranti nelle periferie rivolti alla creazione di occasioni di animazione ludico-motoria in spazi verdi o di grandi dimensioni.

 

Contributo

Il contributo:

  • minimo € 50.000 ad un massimo di € 200.000
  • copertura max del 90% del costo complessivo del progetto presentato, in base alla valutazione della commissione valutatrice.

Il contributo sarà erogato solo per progetti di una durata complessiva non inferiore ai 24 mesi e non superiore ai 36 mesi e per i quali sia garantito un cofinanziamento pari ad almeno il 10% del costo totale.

La procedura prevede un punteggio complessivo in base ai criteri di valutazione indicati nel bando.

 

Scadenza

I progetti dovranno essere presentati online dal 6 agosto ed entro le h.13.00 del 30 settembre 2020, attraverso la piattaforma Chàiros raggiungibile tramite il sito internet www.conibambini.org.

Vorresti approfittare del bando ma non sai come fare?

Se hai bisogno di supporto nella presentazione delle domande e gestione documentale contattaci utilizzando il form sottostante, la prima consulenza sui requisiti minimi di partecipazione è GRATIS E SENZA IMPEGNO.

Contattaci ora!

2020-08-07T10:31:04+01:00

Leave A Comment